Mariano Di Nunzio

 

© Mariano Di Nunzio  2019

Corso di tromba jazz con Mariano Di Nunzio

Il corso si divide in livelli ed è rivolto sia ai professionisti che ai dilettanti che vogliono avvicinarsi a questo straordinario settore musicale.


Livello base

PROGRAMMA


•Produzione del suono

•Controllo della tecnica dello strumento

•Diteggiatura della tromba

•Sviluppo delle metodologie di studio sullo strumento

•Esercizi di lettura classica

•Interpretazioni dei brani del repertorio jazzistico

•Sviluppo dell’orecchio


In  particolare saranno affrontati i seguenti argomenti:


•Introduzione allo strumento

•Impostazione (posizione del corpo, come si tiene lo strumento, imboccatura della tromba)

•I tre elementi  fondamentali: diaframma, lingua e  labbra

•Respirazione e attacco

•Prime nozioni di musica

•Apprendimento delle sette posizioni della tromba

•Produzione del suono

•Diteggiatura della tromba

•Esercizi per lo sviluppo del registro grave a quello acuto ( dispense del docente )

•Studi di tecnica (tratti dal metodo Arban’s  “Complete Conservatoriy Method for

•Lettura del repertorio classico metodo Domenico Gatti 1° corso

•Brani facili tratti dal classico repertorio Jazz  ( Real Book)


1° Livello

PROGRAMMA


•Controllo della tecnica dello strumento

•Interpretazione dei brani del repertorio jazzistico

•Sviluppo delle metodologie di studio dello strumento

•Pratica e studio ritmico applicato allo sviluppo di  brani  tratti dal classico repertorio jazz

•Sviluppo dell’orecchio


In particolare saranno affrontati i seguenti argomenti:


•Esercizi per lo sviluppo del registro grave  a quello acuto (dispense del docente)

•Tecnica dell’approfondimento generale su tutte le scale  maggiori  e minori

( in moto progressivo )

•Lettura di tecnica (tratti dal metodo Arban’s  “Complete Conservatoriy Method for

•Lettura del repertorio classico (metodo D. Gatti 1° corso )

•Lettura del repertorio classico metodo S. Peretti 1° corso

•Brani di media difficoltà tratti dal classico repertorio Jazz  ( Real Book)

  1. Approccio alla Lettura swing (dispense del docente )


2° Livello

PROGRAMMA

•Controllo della tecnica sullo strumento

•Sviluppo delle metodologie di studio dello strumento

•Interpretazioni dei brani tratti  dal classico  repertorio jazz

•Cos’è l’improvvisazione (parte teorica)

•Sviluppo dell’orecchio


In particolare saranno affrontati i seguenti argomenti:


•Esercizi per lo sviluppo del registro grave a quello acuto (dispense del docente )

•Discorso approfondito su tutta la tecnica studiata

•L’uso delle sordine

Tecnica:

    -  approfondimento generale su tutte le scale  maggiori  e minori (in moto progressivo )

          - Scale modali relative a quelle  maggiori

          - Scale pentatoniche e blues (con note aggiunte )

          - armonizzazione  della scala maggiore ( quadriadi )

Lettura:

-Lettura di tecnica (metodo Arban’s, Herbert L. Clarke e dispense del docente)

-Lettura del repertorio classico (S. Peretti 1a parte )

-Lettura  swing ( metodo Randall  e dispense del docente)

-Come sviluppare l’ interpretazioni di brani tratti dal classico repertorio jazz

Primo approccio all’improvvisazione:

-Semplici esercizi di  improvvisazione:

            modale, progressione II-V- I maggiore, e il blues ( la storia


3° Livello

PROGRAMMA

•Controllo della tecnica sullo strumento

•Interpretazione di brani del repertorio jazzistico

• Sviluppo delle metodologie di studio dello strumento

•Sviluppo per la creazione di un solo attraverso la scrittura, la trascrizione e l’interpretazione di  soli scritti

•Sviluppo della pratica dell’improvvisazione

•Sviluppo della lettura a prima vista attraverso la lettura sia classica che standard jazz

•Pratica e studio ritmico applicato allo sviluppo di brani tratti dal classico repertorio jazz

•Sviluppo del linguaggio jazz

•Sviluppo della conoscenza armonica

•Sviluppo dell’orecchio


In particolare saranno affrontati i seguenti argomenti:


•Esercizi per lo sviluppo del registro grave a quello acuto (dispense del docente)

•Discorso  approfondito su tutta la tecnica studiata

•L’uso delle sordine

Tecnica:

-Approfondimento generale su tutte le scale  maggiori  e minori ( in moto progressivo ) con le rispettive armonizzazione

-Scale modali relative alle scale maggiori  - Scale pentatoniche e blues ( con note aggiunte )

•Lettura di  Repertorio Classico metodo (S. Peretti  2a parte   e C. Kopprask  1a parte )

•Lettura  per la pronuncia jazz ( metodo Randall  e dispense del docente)

•Lettura di tecnica (metodo Arban’s, Herbert L. Clarke  e dispense del docente)

•Lettura di patterns ( J. Bergonzi )

•Lettura be bop solo temi, di livello medio (di C. Parker vol. 6 di J. Aebersold)

•Interpretazione su brani del repertorio jazzistico

•Trascrizioni e analisi degli assoli di Miles Davis tratti dal Cd “Kind Of Blue“

Improvvisazione:

-La forma del blues ( la storia )

-Esercizi (II-V-I magg. e min., modale, blues maggiore e minore,)

-Standards su tutte le forme  (modale e tonali di livello intermedio)

•Trascrizioni (M. Davis - C. Baker)

•Studio attraverso trascrizioni dei propri assoli


4° Livello

PROGRAMMA

•Controllo della tecnica sullo strumento

•Interpretazione dei brani del repertorio jazzistico

• Sviluppo delle metodologie di studio dello strumento

•Sviluppo per la creazione di un solo attraverso la scrittura, la trascrizione e l’interpretazione di  soli scritti

•Sviluppare la pratica dell’ improvvisazione

•Sviluppo della lettura a prima vista attraverso semplici standard jazzistici

•Pratica e studio ritmico applicato allo sviluppo di brani  tratti dal classico repertorio jazz

•Sviluppo della conoscenza armonica

•Sviluppo dell’orecchio


In particolare saranno affrontati i seguenti argomenti:


•Esercizi per lo sviluppo del registro grave a quello acuto

Tecnica:

•Approfondimento generale su tutte le scale  maggiori, minori, modali, pentatoniche, bop, blues, esatonale e armonizzazione a quadriadi su tutte le scale maggiori 

-Scale pentatoniche  e blues ( con note aggiunte )

-Scale octofoniche ( tono semitono- semitono tono

-Scale  alterate

-Note di tensione

•Lettura  di tecnica ( metodo” Chord Studies For Trumpet” di Raimond S. Kotwica )

•lettura di patterns ( J. Bergonzi )

•Interpretazione di brani tratti dal repertorio jazz

•Studio di trascrizioni di media difficoltà di M. Davis, C. baker e  C. Brown

•Lettura swing di livello medio

•Lettura be bop solo temi, di livello medio, con particolare attenzione al linguaggio studiato    (di M. Davis  C. Parker e C. Brown)

Improvvisazione:

- (sostituzione II-V-I magg. e min. - turnaround - Rhythl changes)

-Blues

-Standards  su tutte le forme  (modale e tonali di livello avanzato)

Trascrizioni:

-Trascrizioni (M. Davis - C. Baker - C. Brown)

-Studio attraverso trascrizioni dei propri assoli


5° Livello

PROGRAMMA

•Controllo della tecnica sullo strumento

•Interpretazione dei brani del repertorio jazzistico

•Sviluppo delle metodologie di studio dello strumento

•Sviluppo per la creazione di un solo attraverso la scrittura, la trascrizione e l’interpretazione di    soli scritti

•Sviluppare la pratica dell’ improvvisazione

•Sviluppo della lettura a prima vista attraverso la lettura sia classica che  di semplici standard jazzistici

•Pratica e studio ritmico applicato allo sviluppo di brani  tratti dal classico repertorio jazz

  1. Sviluppo dell’orecchio


In particolare saranno affrontati i seguenti argomenti:


Esercizi per lo sviluppo del registro grave  a quello acuto ( dispense del docente )

Discorso approfondito su tutta la tecnica studiata

Tecnica dell’approfondimento generale su tutte le scale  maggiori, minori, modali, pentatoniche, bop, blues, esatonale e armonizzazione a quadriadi su tutte le scale tonali

Improvvisazione (esercizi -  sostituzione  II-V-I magg. e min. - turnaround - Rhythl changes)

•Il jazz modale

•Trasposizione di standard in altre tonalità

lettura di patterns  ( J. Bergonzi )

Lettura di assoli  di difficoltà avanzata ( M. Davis , e C. Brown)

Lettura be bop -  lettura di solo temi di livello avanzato (di M. Davis, C. Parker e C. Brown, D. Gillespie e L. Morgan)

Improvvisazione:

-standards su tutte le forme  ( di livello avanzato )

Trascrizioni di difficoltà avanzata (di M. Davis, C. Parker e C. Brown )




BIBLIOGRAFIA

•Arban’s  “Complete Conservatoriy Method for Trumpet”

•C.Kopprask 2a parte

• S. Peretti  2a parte 

•Herbert L. Clarke  “TECKNICAL STUDIES  FOR THE CORNET”

•Charles Colin  “Lip Flexibilities  Volume 1 & 2

•“The jazz trumpet primer” di   Randall  G. Reyman

•“ Charles Colin “Advaned lip Flexibilitie Vol. 1

•Dan Haerle “GAMME POUR L’IMPROVISATION DE JAZZ”

•Raimond S. Kotwica ” Chord Studies For Trumpet”

•“ Real Book”

•S. Gramaglia  “Teoria Armonia e Nozioni di Arrangiamento”

•Jimmy Amedie  “Improvvisazione Jazz”

•Mariano Di Nunzio “ Primo approccio all’improvvisazione Jazz”

•Chet Baker “Transcribed Solos From ” – MyFavorite Songs Volume 1 & 2

•Clifford Brown  “Transcribed Solos”

•Dispense di Mariano Di Nunzio


Primo Approccio All'improvvisazione jazz per strumenti in Bb e in  C .pdf














Per Acquistare il metodo “Primo Approccio All’improvvisazione jazz”

Inviare una e-mail all’editore: info@drycasyle.com

come oggetto scrivere: Dispense didattiche di Mariano Di Nunzio



Dispense didattiche di Mariano di Nunzio

Didattica